pomodori_sanmarzano

Pomodori San Marzano

Il pomodoro S. Marzano è lungo, nervoso, consistente e  rosso come il fuoco Esso è l’unico che non si frantuma nella lavorazione; al contrario si mantiene intero e, per così dire, vivo nel barattolo.Si narra del viaggio lungo e travagliato del pomodoro che, da oltre oceano, dalle montagne del Guatemala approdò, insieme ad altri tuberi e spezie, in Campania dopo aver viaggiato nelle stive dei galeoni di Herman Cortés conquistatore dell’impero Azteco.  il “Pomme d’amour” nelle fertili terre dell’Agro divenne Pomodoro San Marzano. Delizia dei buongustai, profumo delle domeniche dei ricchi e dei poveri. Feste comandate scandite dal rosso del sugo che copriva come una lava inebriante il bianco della pasta dei mulini di Gragnano e di Torre Annunziata. Curato, vezzeggiato come un bambino dalle famiglie contadine che lo allevavano nei caratteristici filari, tenuti sospesi con paletti e sorretti da canne o fili di ferro, tra un fogliame ricchissimo, il quale proteggeva i rossi frutti dai raggi del sole. Determinanti per la straordinaria biodiversità del Pomodoro S. Marzano i terreni caldi del Vesuvio. Il Pomodoro S. Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino, è un prodotto a Denominazione d’Origine Protetta.